“Il mio primo libro”

 

immagine soggetta a copyright

Finalmente è arrivato!

Racconterò di me e della mia vita. Ve lo consiglio.

DA OGGI E’ DISPONIBILE ORDINARLO SU:  www.ibs.it – www.lafeltrinelli.it  scrivere Antonio Tricarico

e su sito https://www.etabeta-ps.com/libreria-online.html

Ci aggiorniamo presto.

 

 

SEDI “Centro Clinico NEMO”

 

 

http://centrocliniconemo.it/it/

Le patologie trattate

Distrofie Muscolari
Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA)
Atrofia Muscolare Spinale (SMA)
Neuropatie Periferiche ed altre ancora…

Sedi in Italia

Sede di Arenzano

Contatti
Dove siamo
Via Giappone, 3 16011 – Arenzano (GE)
La Colletta
terzo piano
Per informazioni mediche e prenotazioni
Centralino
010 8498050

Sede di Messina

Contatti
Dove siamo
Via Consolare Valeria, 1 98125 – Messina
Policlinico G. Martino
pad. B IV piano
Per informazioni mediche e prenotazioni
Centralino
090 2217191

Sede di Milano

Contatti
Dove siamo
Piazza Ospedale Maggiore, 3 20162 – Milano
Ospedale Niguarda Ca’ Granda
2° piano – Pad. 7/A
Per informazioni mediche e prenotazioni
Accettazione
02 9143371

Sede di Roma

Contatti
Dove siamo
Largo Agostino Gemelli 8 00168 – Roma
Policlinico Agostino Gemelli
Ala M – terzo e quarto piano
Per informazioni mediche e prenotazioni
Segreteria
06 30158220

Bere troppe bibite gassate…si rischia la paralisi

I grandi bevitori di bibite gassate, in particolare di Caffeina, devono fare attenzione perché rischiano seri problemi di salute come alterazioni del battito cardiaco, problemi muscolari e paralisi.Quando fa caldo si è più propensi a bere bevande di ogni tipo per spegnere la sete, ma alcuni tipi di queste la fanno da padrone e sono proprio queste che possono causare una condizione che i medici chiamano ipopotassiemia, cioè una condizione di deficit di Potassio nel sangue che può causare astenia, debolezza, stipsi e anche paralisi.

Pubblicato sul “International Journal of Clinical Practice” lo studio, condotto da ricercatori greci dell’Università di Ioannina, ha messo in evidenza come un consumo eccessivo di bibite zuccherate e contenenti caffeina, sia collegato allo sviluppo dell’ipopotassiemia, con tutti i disturbi conseguenti.
Il dr. Moses Elisaf, coordinatore dello studio, ha messo in guardia le persone e ha poi dichiarato «noi consumiamo molte più bevande analcoliche di una volta e, a causa di questo, sono già stati individuati tutta una serie di complicazioni di salute tra cui problemi ai denti, demineralizzazione ossea, sviluppo della sindrome metabolica e diabete. Le prove sono in aumento e suggeriscono che il consumo eccessivo di cola può anche portare ad ipocaliemia».

Tutti i pazienti – che bevevano due o più litri al giorno di Cola – hanno tuttavia mostrato un pieno e rapido recupero dopo che hanno smesso di bere e hanno assunto supplementi di potassio.

[da la stampa del 20 maggio 2009 – lm&sdp]

Contenuto di Potassio negli alimenti

Frutta verdura ed Alimenti Vari

CIBI AD ELEVATO contenuto di potassio (più di 225 mg per porzione)Auguri_Natale

Albicocche, avocado, banana, melone cantalupe, pesce, kiwi, fagioli di lima, carne magra, latte, arance e succo d’arancia, patate (il potassio si riduce lasciandole in acqua sbucciate), pollame, prugne secche, spinaci, patate dolci, pomodori.

frutta e verdura

 

 

CIBI CON MODERATO contenuto di potassio (125 – 225 mg per porzione) Succo di mela, asparagi, bietole, more, broccoli, carote, ciliegie, melanzane, uva,piselli, lattuga, funghi, cipolla fresca, pesche, pere, ananas, uva passita, lamponi,fragole, zucchine, mandarini, melone.

 

News dal centro Nemo

Il Centro Clinico NEMO ha sede presso l’Ospedale Niguarda Ca’Granda di Milano al secondo piano del Padiglione 7

La Dottoressa Sansone informa che un nuovo farmaco oltre al fenamide si prospetta ad essere sperimentato più efficace perché agisce in modo preventivo sulle paralisi.

E’ una bella notizia!

Nemo come Punto di Riferimento…

Un punto di riferimento a cui rivolgersi per qualunque necessità e informazione.

Troppo numerose sono le famiglie italiane che, pur essendo colpite dai problemi neuromuscolari, sono all’oscuro del trattamento sanitario possibile e necessario. Nell’assenza di un servizio specialistico molte si trovano a peregrinare presso enti e strutture inadeguate alla reale urgenza. La certezza di avere una struttura unica che possa dare risposta ai mille dubbi e problemi che quotidianamente affliggono queste persone può contribuire in modo determinante a regalare loro un minimo di serenità e tranquillità.

Il Centro Clinico Nemo non si occupa solo di fornire l’assistenza medica necessaria ai pazienti ma anche servizi informativi, divulgativi e di ricerca.

La struttura vuole inoltre rappresentare un punto di riferimento per i medici di base, soprattutto per coloro che hanno tra i propri assistiti pazienti con malattie neuromuscolari. I medici sono supportati da una struttura specialistica di riferimento per l’informazione e la consulenza sulla patologia, per il trattamento di base di questi pazienti e per indirizzare loro e le loro famiglie verso una struttura polispecialistica che soddisfi ogni esigenza.

Un grazie particolare a tutta l’equipe e alla Dottoressa Sansone.

Centri accreditati

In Italia ci sono due centri accreditati/certificati per la diagnosi genetica, in Veneto a Costozza di Longare presso la B.I.R.D. Foundation sulla paralisi periodica ipokaliemica (geni CACNA1S, KCNE3, SCN4A) e in Toscana a Firenze presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi sulle paralisi periodiche ereditarie (geni SCN4A e CACNA1S).
 
Unità di Genetica Medica
Mauro Baschirotto Institute for Rare Diseases
B.I.R.D. Foundation
Via Bizio 1
36023 COSTOZZA DI LONGARE (VI)
ITALIA
Direttore
del laboratorio 
Dr.Uros HLADNIK
Più informazioni Tel.0444/555557 fax.0444/555034  Sito web 

         

 
SODC Diagnostica Genetica
Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi
Via delle Oblate 1
50141 FIRENZE
ITALIA
Direttore
del laboratorio 
Pr. Francesca TORRICELLI
Più informazioni  Tel.055/7949363 Fax.0557949686 Sito web  
 

   

Da sapere…

Il codice di esenzione riferito alla malattia é: RFG100

Per ottene il codice di esenzione si deve presentare  la richiesta presso la propria ASL di appartenenza,  e permette di avere gratuitamente le prestazioni sanitarie inerenti alla patologia come ad esempio gli esami di laboratorio per tenere sotto controllo i livelli del potassio K nel sangue.

Il Piano Terapeutico:

In ogni principale città d’Italia dovrebbe essere presente un centro specializzato nel campo delle malattie rare denominato Cmid (Centro multidisciplinare di ricerche di immunopatologia e documentazione su malattie rare), dove è possibile rivolgersi e chiedere di usufruire dell’agevolazione gratuita dei medicinali, dopo aver presentato la relativa documentazione inerente alla patologia specifica, nel caso della paralisi periodica ipokaliemica si ha diritto ad averli, presentando alla farmacia ospedaliera della propria ASL il piano (di solito a scadenza cadenzale da sei a nove mesi).